Salute e sicurezza sul lavoro: al Ministero della Salute insediato il Comitato di coordinamento nazionale

Il 3 luglio scorso il Ministero della Salute ha reso noto l’insediamento del “Comitato per l’indirizzo e la valutazione delle politiche attive e per il coordinamento nazionale delle attività di vigilanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro”.

L’Istituto è presieduto dal Ministro della Salute e ne fanno parte rappresentanti dei Ministeri della Salute, del Lavoro, dell’Interno, delle Infrastrutture e dei Trasporti e delle Regioni e Province autonome; l’INAIL (Istituto Nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro) svolge, invece, funzione consultiva.

Funzioni del Comitato sono:

  • stabilire le linee comuni delle politiche nazionali in materia di salute e sicurezza sul lavoro;
  • individuare obiettivi e programmi dell’azione pubblica di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori;
  • definire la programmazione annuale in ordine ai settori prioritari di intervento dell’azione di vigilanza, i piani di attività e i progetti operativi a livello nazionale, tenendo conto delle indicazioni provenienti dai comitati regionali di coordinamento e dai programmi di azione individuati in sede comunitaria;
  • programmare il coordinamento della vigilanza a livello nazionale in materia di salute e sicurezza sul lavoro;
  • garantire lo scambio di informazioni tra i soggetti istituzionali al fine di promuovere l’uniformità dell’applicazione della normativa vigente;
  • individuare le priorità della ricerca in tema di prevenzione dei rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori.

[Fonte: Ministero della Salute].

L’istituzione del Comitato, avvenuta a seguito di lunghe e laboriose trattative e consultazioni, trova origine dalla necessità crescente di tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori presso il luogo di lavoro, che dopo i recenti avvenimenti di aggressioni in ambito sanitario, si pone come obiettivo imprescindibile del mandato del Ministro Giulia Grillo, la quale ha affermato “Il tema della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro sarà sempre più al centro della mia attenzione anche davanti a fenomeni purtroppo sempre più frequenti anche in sanità, come le aggressioni al personale medico e non medico. Vogliamo tenere alta la guardia e puntare i riflettori su tutte le forme vecchie e nuove di mancanza di sicurezza e di tutela della salute su ogni posto di lavoro”.

La creazione di un nuovo centro che miri a tutelare gli aspetti imprescindibili della vita del lavoratore, quali salute e sicurezza sul posto di lavoro, segna un importante passo in avanti in materia di diritto del lavoro e diritto alla salute.

Le attività del Comitato, che affiancheranno seppur in modalità diversa quelle dell’INAIL, fanno ben sperare in possibili futuri progressi che si spera riducano, se non totalmente eliminino, gli avvenimenti avversi che ancora oggi colpiscono i lavoratori italiani.

Tags:
Nessun commento

Sorry, the comment form is closed at this time.