Papilloma Virus: che cos’è e perché è importante che i ragazzi si vaccinino.

Il Ministero della Salute con una nota del 14 maggio 2014 fa sapere che in merito al papilloma virus, la vaccinazione in Italia è consigliata e offerta gratuitamente agli adolescenti di entrambi i sessi, preferibilmente intorno al 12° anno di età.

Da allora l’attenzione sul tema del papilloma virus si è notevolmente alzata, ma ci sono ancora delle incertezze rispetto a questa patologia e a come si trasmette.

Proviamo a fare chiarezza.

Il Papilloma Virus Umano, o HPV è un virus a trasmissione sessuale molto diffuso ed è dunque “una patologia di coppia”.

Non tutte le infezioni da HPV producono lesioni che degenerano in cancro, infatti degli oltre duecento tipi di Papilloma Virus, tredici sono stati riconosciuti oncogeni, cioè causa di neoplasie localizzate a livello dell’apparato genitale (e non solo). E sono due in particolare, i tipi di virus riconosciuti come ad alto rischio oncogeno ai quali si deve circa il 70% dei tumori al collo dell’utero, alla vagina e di un terzo dei tumori della vulva. Nel sesso maschile le neoplasie HPV-correlate, anche se meno frequenti, riguardano principalmente l’apparato anogenitale e il distretto orofaringeo.

Perché vaccinarsi?

Perché il fatto che queste tipologie di cancro abbiano origine infettiva, permette di adottare contro queste patologie una strategia preventiva.

I vaccini contro il Papilloma virus sono due:

  1. vaccino bivalente – protegge contro i tipi 16 e 18 (i tipi di virus in grado di causare le lesioni pretumorali)
  2. vaccino quadrivalente – offre una protezione anche contro i tipi 6 e 11 (quelli che causano il maggior numero di condilomi).

Entrambi i vaccini hanno un’efficacia elevata, se somministrati prima che la persona sia stata contagiata con il virus HPV, che si acquisisce, di norma, subito dopo l’inizio dell’attività sessuale.
Inoltre inducono una migliore risposta immunitaria nelle persone più giovani *

La vaccinazione è offerta gratuitamente e attivamente alle bambine nel 12° anno di vita (11 anni compiuti) in tutte le Regioni italiane dal 2007-2008. Alcune Regioni hanno esteso l’offerta attiva della vaccinazione a ragazze di altre fasce di età. Le Regioni Emilia-Romagna e Friuli Venezia Giulia offrono il vaccino anche agli individui, maschi e femmine, HIV positivi. Alcune regioni, inoltre, hanno recentemente esteso la vaccinazione HPV ai maschi nel dodicesimo anno di vita (Sicilia, Puglia; altre, come Liguria, Friuli Venezia Giulia e Veneto offrono il vaccino a partire dalla corte 2004).

 

*Fonte: Ministero della salute

Nessun commento

Vuoi lasciare un commento?