L’AIDS ESISTE ANCORA? ANCHE SI’

L’AIDS ESISTE ANCORA? ANCHE SI’.

NPS ITALIA ONLUS E NADIR INCITANO LA POLITICA SOCIO-SANITARIA A RIVALORIZZARE IL TEMA DELL’HIV

 

Nel suo costante impegno in ambito socio-sanitario, la Fondazione aderisce e sostiene il progetto di NPS Italia Onlus e Nadir Onlus, che insieme a Fondazione Villa Maraini Dianova Onlus, Forum AIDS Italia, Comunità San Patrignano, I Ragazzi della Panchina Onlus e la Croce Rossa Italiana sono promotori di una importante iniziativa, dedicata alla lotta all’HIV e alla promozione dei diritti delle persone sieropositive.

Tramite Fondazione The Bridge, infatti, è stato inviato un manifesto programmatico (clicca qui per leggerlo) ai segretari dei maggiori partiti politici italiani (Partito Democratico, Forza Italia, Lega, Liberi e Uguali, Movimento 5 Stelle) allo scopo di poter dar via ad una iniziativa che veda l’HIV come tema rilevante per chi si occupa di politiche sanitarie e sociali e affinché cresca la consapevolezza che questa malattia non è stata sconfitta e che, anzi, può colpire tutti senza distinzione di età, sesso, classe sociale.

Alle forze politiche è stato chiesto di porre maggiore attenzione ad una malattia che non è ancora purtroppo vinta e che si alimenta di ignoranza e false credenze.

L’iniziativa è stata rivolta anche a livello regionale, indirizzando il manifesto (clicca qui per leggerlo) ai quattro candidati a Governatore di Regione Lombardia, questa volta con il supporto aggiunto di SIMIT Sezione Regione Lombardia.

Una risposta decisa e concreta è giunta dal candidato PD Giorgio Gori, il quale ha affermato “Ritengo di fondamentale importanza puntare sulla prevenzione e su una corretta informazione. So perfettamente che i dati degli ultimi anni sono allarmanti e hanno evidenziato nuove infezioni di HIV soprattutto nella fascia d’età tra i 25 e i 29 anni: tra l’altro nella maggior parte dei casi, le persone che hanno contratto il virus non lo sanno e quindi possono diffonderlo a loro volta inconsapevolmente. Tra le tante iniziative da intraprendere, occorre anche informare i cittadini della possibilità di poter effettuare presso i centri di riferimento HIV- MTS colloqui sanitari di informazione, test HIV e accertamenti sierologici o strumentali in regime di gratuità, oltre a realizzare campagne di sensibilizzazione tra i giovani per incentivare una contraccezione corretta e sicura.

Mi auguro di poter dare istanza alle Vostre richieste in prima persona e Le garantisco che in ogni caso mi batterò affinché Regione Lombardia si impegni maggiormente ad affrontare il problema”.

 

 

Di seguito i link delle testate/siti che hanno riportato la notizia:

Leggo

Teleambiente channel

 

 

Tags:
,
Nessun commento

Sorry, the comment form is closed at this time.